Mediobanca: Iliad ha fatto perdere ai concorrenti 300 milioni di Euro

Mediobanca: Iliad ha fatto perdere ai concorrenti 300 milioni di Euro
INFORMAZIONI SCHEDA
di

La rivoluzione Iliad si fa sentire sul mercato. Mediobanca ha pubblicato un interessante rapporto in cui analizza l'andamento del settore delle telecomunicazioni in Italia e nel mondo, con particolare attenzione puntata sul nostro paese in cui nel 2018 ha debuttato l'operatore telefonico francese.

Ne emerge che la compagnia diretta da Benedetto Levi ha innescato nei concorrenti una perdita complessiva di circa 300 milioni di Euro, una cifra importante, calcolata mettendo a confronto il fatturato aggregato del terzo trimestre del 2018 con quello dello stesso periodo dell'anno precedenti.

Secondo Mediobanca, Iliad sarebbe responsabile per un'importante contrazione dei ricavi medi per singolo cliente (ARPU), che ha interessato in diversa misura e percentuale ogni operatore concorrente, complici anche le rimodulazioni che hanno aumentato le portabilità ed aumentato il malcontento.

Nel 2017 l'ARPU complessivo dei principali operatori italiani (in cui non era presente Iliad) era quasi a 34 miliardi di Euro, in aumento del 2,6% rispetto al 2016.

Nel quinquennio 2013-2017 Vodafone è risultato essere il leader del settore, con un ricavo medio per cliente in crescita, mentre il rovescio della medaglia era rappresentato da PosteMobile. Il trend comunque era già in calo, con un timido miglioramento registrato nei primi mesi del 2017.

Il quadro è cambiato con l'ingresso di Iliad, che non solo ha innescato un calo dei ricavi medi per singolo cliente, ma ha anche portato ad un incremento dei volumi di traffico dati e minuti. E' infatti innegabile che alle offerte di lancio proposte dalla compagnia francese abbiano risposto gli operatori classici e nuove compagnie come Ho., che hanno proposto bundle con più gigabyte e minuti illimitati.

Interessante anche notare come lo stesso impatto e lo stesso andamento sia stato registrato anche in Francia, con operatori come Kena Mobile ed Ho. che hanno contribuito al ribasso dell'ARPU Mobile.

Secondo Mediobanca hanno pesato anche i così detti elementi esogeni, come le revisioni tariffarie dell'AGCOM sui servizi di terminazione mobile, che hanno generato 429 milioni di Euro di perdite per TIM, 400 milioni di Euro per Wind e 310 milioni di Euro per Vodafone.

Gli interventi dell'Authority hanno anche colpito TIM nel mercato della telefonia fissa.

Quanto è interessante?
2
Mediobanca: Iliad ha fatto perdere ai concorrenti 300 milioni di Euro