Meltdown e Spectre: ecco i Chromebook vulnerabili alle falle

di

Sulla scia di altri produttori, anche Google ha fatto il punto sui propri dispositivi che sono vulnerabili alle falle di sicurezza Meltdown e Spectre, di cui abbiamo più volte parlato negli ultimi giorni.

Il motore di ricerca ha pubblicato una tabella sul wiki Chromium in cui è presente la lista dei Chromebook che sono risultati essere vulnerabili. La lista completa può essere letta attraverso questo indirizzo.

Se nella tabella è presente la dicitura "yes" o "not needed" sotto la colonna “CVE-2017-5754 mitigations (KPTI) on M63?”, significa che il dispositivo è al sicuro. Se invece c'è scritto "no", il produttore sarà costretto a rilasciare un aggiornamento per mettere le cose a posto. Se invece è presente "EoL", che sta per "end-of-life", significa che l'update non vedrà mai la luce in quanto il dispositivo non risulta più essere supportato dal produttore.

La lista, che è stata analizzata dai ragazzi di AndroidPolice, mostra ciò che era già emerso nelle scorse settimane, ovvero che la maggior parte dei dispositivi Google sono già protetti. Meltdown colpisce soprattutto i processori Intel (nonostante siano vulnerabili anche le CPU ARM), ma i Chromebook basati sui processori della casa di Santa Clara sono già sicuri se usano le versioni 3.18 o 4.4 del kernel Linux. E' possibile controllare lo stato del kernel sul proprio Chromebook attraverso il comando "chrome: // gpu". La riga della tabella da prendere come riferimento è quella relativa alle "informazioni sulla versioni".

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
4