Il mercato delle schede grafiche si è rovesciato: vendite al minimo da dieci anni

Il mercato delle schede grafiche si è rovesciato: vendite al minimo da dieci anni
di

Il mercato delle GPU integrate e discrete si è rovesciato. A confermarlo è l’ultimo rapporto Jon Peddie Research, secondo cui le spedizioni delle GPU sarebbero calate al minimo degli ultimi dieci anni nel corso del terzo trimestre del 2022, per regioni varie.

Innanzitutto, gli OEM di PC hanno ridotto gli acquisti, ma anche gli stessi giocatori hanno preferito aspettare i prodotti di nuova generazione. A ciò si aggiunge anche l’andamento del mercato delle criptovalute che ha spinto i miner a smettere di acquistare le schede grafiche a seguito del Merge di Ethereum. Tutto ciò ha portato ad un trend che fino allo scorso anno sembrava inimmaginabile.

Le vendite di GPU integrate e discrete sono scese a 75,5 milioni di unità nel terzo trimestre del 2022, in calo del 10,5% su base annua. Le spedizioni di GPU desktop invece sono diminuite del 15,43%, mentre le GPU per notebook sono calate addirittura del 30%, la riduzione più significativa dalla recessione del 2009 secondo JPR.

Nel rapporto Jon Peddie osserva che i risultati sono molto al di sotto delle aspettative dei produttori.

Intel si è confermato il principale fornitore di processori grafici per PC, essendo anche il più grande produttore di CPU. La compagnia di Santa Clara ha incrementato il suo dominio e detiene una percentuale del 72% nel mercato delle GPU per PC nel terzo trimestre del 2022, avendo registrato un +4,7% per le spedizioni delle GPU.

NVIDIA invece ha visto la sua quota scendere al 16% a causa di una contrazione delle vendite del 19,7%, mentre la percentuale di AMD è crollata del 12% dopo il -47,6% riportato su base sequenziale.

Quanto è interessante?
2
Il mercato delle schede grafiche si è rovesciato: vendite al minimo da dieci anni