La Meta Romuli: la leggendaria piramide romana perduta

La Meta Romuli: la leggendaria piramide romana perduta
di

Lo sapevate che a Roma, tempo fa, c'era una piramide? Stiamo parlando della Meta Romuli, chiamata anche Piramide Vaticana, che si trovava nel rione di Borgo vicino alla Basilica di San Pietro in Vaticano.

La prima menzione della Meta Romuli risale al V secolo d.C. negli scritti di Helenius Acron, che affermavano che le ceneri di Scipione l'Africano fossero state prelevate da una piramide in Vaticano. Durante il Medioevo, inoltre, si era creata una bizzarra credenza popolare: si pensava che la Meta Romuli e la Piramide Cestia (che si trova a Roma nelle immediate adiacenze di porta San Paolo) fossero le tombe di Romolo e Remo.

Secondo i resoconti del XV secolo, la Meta Romuli era alta all'incirca da 32 a 50 metri e copriva un'area di 625 metri quadrati. All'interno si accedeva tramite un lungo tunnel che conduceva a una camera interna alta 10,5 metri. Nonostante l'importante significato religioso e spirituale della struttura, nel 1498 papa Alessandro VI decise di farla demolire.

Al suo posto venne progettata la Via Alessandrina, una strada con l'obiettivo di collegare il Vaticano con un ponte sul Tevere. Fu solo nel 1948-49, durante i lavori per la costruzione del primo blocco del lato nord di Via della Conciliazione, che vennero riscoperte le fondamenta della Meta Romuli nell'odierno rione Borgo, a Roma.

Quanto è interessante?
5