Microcomputer wireless con IA nel cuore, l'intervento al Gemelli di Roma

Microcomputer wireless con IA nel cuore, l'intervento al Gemelli di Roma
di

Vectorious ha annunciato la sperimentazione clinica internazionale di V-LAP, un microcomputer wireless progettato per il monitoraggio cardiaco. Anche in Italia è arrivato il progetto, che si prefissa l'obiettivo di migliorare la vita delle persone affette da insufficienza cardiaca: il primo intervento nel nostro paese è stato effettuato a Roma.

L'equipe del professor Filippo Crea, del Policlinico Gemelli di Roma, ha completato con successo l'impianto del dispositivo su un paziente ultrasettantenne affetto da scompenso cardiaco. Questa nuova tecnologia potrà aiutare a migliorare la qualità della vita di coloro che soffrono d'insufficienza cardiaca, oltre che ridurre il numero di ospedalizzazioni.

Se il trial darà risultati positivi, si tratta - spiega il professor Crea - di un potenziale balzo in avanti nell’ambito della telemedicina e della medicina personalizzata”.

Il dispositivo è stato inserito nel setto interatriale e consente di raccogliere e fornire alla massima velocità dati molto accurati 24/7. Il sensore non è alimentato da alcuna batteria e può funzionare per l'intera vita del paziente. La carica avviene da remoto dall'esterno e trasmette in modo wireless le informazioni sull'attività cardiaca del paziente direttamente ai medici dell'ospedale, che possono analizzare rapidamente i tracciati.

L'intervento è mininvasivo e richiede al massimo un'ora. I dati vengono analizzati tramite l'utilizzo di un sistema d'intelligenza artificiale e machine learning che permettono ai medici di intervenire in fase precoce oltre che rilevare intervento critici ed aiutare i pazienti a raggiungere uno stato soddisfacente di equilibrio e sicurezza.

Quanto è interessante?
2