Microplastiche nelle urine di gran parte degli esseri umani: quali sono le conseguenze?

Microplastiche nelle urine di gran parte degli esseri umani: quali sono le conseguenze?
di

I ftalati sono sostanze chimiche utilizzate nel miglioramento della plastica, infatti possiamo trovarli sia negli imballaggi, che dei detergenti per la casa e persino nei cosmetici, ma la cosa interessante è che sono stati trovati nelle uova di gabbiano e nella nostra urina.

Nelle 13 uova di gabbiano reale europeo raccolte in Cornovaglia, gli scienziati dell'Università di Exeter e dell'Università del Queensland, sono stati trovati ben sei diversi tipi di ftalato. Secondo i ricercatori la presenza di queste sostanze può essere dovuto allo stress ossidativo nei gabbiani, causato da una probabilmente concreta fonte d'inquinamento.

Non sappiamo tuttavia se questo presenti una qualche forma di minaccia per i pulcini che nasceranno e prima di poterlo verificare con certezza serviranno ulteriori e più dettagliati studi. "La ricerca sull'impatto della plastica sugli animali è in gran parte concentrata sull'ingestione di frammenti di plastica, ma sugli impatti degli additivi plastici sul corpo non molto" ha detto Jon Blount, professore all'Universo di Exeter.

Come abbiamo già detto i ftalati sono un gruppo di sostanze chimiche utilizzate nella lavorazione della plastica per migliorarne la flessibilità, la trasparenza, la durata e la longevità. Possono essere trovati letteralmente dappertutto, non soltanto nei casalinghi o nei cosmetici, anche nelle urine di gran parte degli esseri umani.

Per quanto riguarda gli effetti che i ftalati hanno sulla vita degli uomini, non si sa ancora molto, ma quello che causa sulla salute degli animali è piuttosto noto. Ad esempio possono disturbare il sistema endocrino, la raccolta di ghiandole che producono ormoni per regolare il metabolismo, la funzione sessuale, il sonno, l'umore, e molto altro.

La dottoressa Shanna H.Swan è un'epidemiologa ambientale e riproduttiva di spicco presso la Icahn School of Medicine del Monte Sinai che ha di recente pubblicato il suo libro "Count Down" che tratta degli effetti delle fonti di inquinamento sulla fertilità umana. Gli stessi ftalati, secondo la dottoressa, potrebbero causare persino l'accorciamento dei genitali.

In particolare nell'Unione Europea, è entrata in vigore una regolamentazione più rigida sulla produzione dei ftalati, ma questo non significa che venga ugualmente prodotta in grandi quantità. "Dobbiamo esaminare più a fondo le minacce pervasive della plastica. Anche la dispersione delle molteplici sostanze chimiche che contengono." Ha concluso Blount.

Anche così non possiamo essere sicuri del fatto che non stiamo respirando microplastiche, visto che la nostra atmosfera è spaventosamente piena di queste ultime, neppure i nostri bambini potrebbero essere al sicuro a causa delle microplastiche nei biberon.

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
4