Microsoft ammette l’esistenza di un bug che permette l’installazione di Windows 10 senza permessi

di

Sin dal rilascio di Windows 10 abbiamo assistito ad utenti provenienti da Windows 7 e 8.1 che hanno effettuato l’upgrade al nuovo sistema operativo senza dare il loro consenso. Microsoft ha evitato l’argomento per qualche settimana, ma adesso è finalmente venuta fuori in merito.

Essa ha ammesso che c’è un bug nel sistema di aggiornamento che ha lasciato che il PC di alcuni utenti si aggiornasse automaticamente a Windows 10. Sin da agosto c’è stata una falla che scaricava e tentava di installare in modo autonomo l’ultimo sistema operativo – il tutto effettuato in background – come testimoniano tante installazioni fallite sui computer di molte persone. Proprio in uno screenshot uploadato da uno degli utenti, si vedono ben 31 tenativi non andati a buon fine nella cronologia degli aggiornamenti. Poiché, come già detto, il processo è in background, la gran parte dei fruitori di Windows 7 ed 8.1 non se ne accorge.

Microsoft ha comunque affermato che il problema è stato risolto, e che ciò non dovrebbe più capitare.

Quanto è interessante?
0