Microsoft Edge sempre più veloce sui Mac con M1, M2 ed M3: guadagno del 20%

Microsoft Edge sempre più veloce sui Mac con M1, M2 ed M3: guadagno del 20%
di

Ancora miglioramenti per Microsoft Edge, il browser che ha segnato il pensionamento di Internet Explorer e che è basato sul motore Chromium di Google. In un nuovo post pubblicato sul blog ufficiale, la società di Redmond parla dei miglioramenti apportati al proprio browser per renderlo ancora più scattante sugli Apple Silicon.

Nella fattispecie, Microsoft spiega che di recente i propri ingegneri hanno lavorato a varie ottimizzazioni per la versione di Edge disponibile per i Mac con M1, M2 ed M3. Le ottimizzazioni in questione hanno portato ad un miglioramento delle performance fino al 20% nei principali benchmark, che dovrebbe tradursi anche in un’esperienza di navigazione sempre più veloce e scattante.

Microsoft, nella fattispecie, si è affidata alla profile-guide optimization, un tipo di ottimizzazione già utilizzata da altri browser che consiste in una tecnica di compilazione che tiene traccia delle funzioni più utilizzate dagli utenti per dare loro maggiore priorità rispetto a processi meno usati. Conseguentemente, gli utenti non solo otterranno prestazioni migliori, ma anche un ridotto consumo di risorse.

Tale tipo di ottimizzazione è stato implementato anche da Google su Chrome per Windows, con la versione 53 rilasciata quasi otto anni fa. Ciò ha portato ad un miglioramento del tempo di caricamento delle nuove schede fino al 14,8%, del 5,9% in termini di caricamento delle pagine e d’avvio del 16,8%.