Microsoft ha forzato nuovamente l'update di Windows 10. Gli utenti insorgono

di

Ci risiamo, Microsoft è di nuovo nella bufera e gli utenti insorgono. Sin da quando il colosso di Redmond ha rilasciato il Creators Update, gli ingegneri e rappresentanti della compagnia americana hanno più volte sottolineato la nuova funzione che consente di controllare gli aggiornamenti rispetto a prima, evitando spiacevoli sorprese.

Tuttavia, secondo quanto riportato da alcuni siti, e segnalato anche dagli utenti, la società di Satya Nadella avrebbe inaspettatamente ignorato il diktat che si è auto imposta, iniziando a segnalare la disponibilità del Fall Creators Update anche agli utenti che avevano scelto di restare al Creators Update.

Tale problema è stato risolto attraverso un aggiornamento rilasciato lo scorso 8 Marzo da Microsoft, che sembrerebbe aver ripristinato Windows Update, ma il problema riguardava principalmente coloro che sono in possesso di PC basati su Windows 10 Pro e Windows 10 Enterprise, mentre la versione Home di Ten non includerebbe questa caratteristica che permette di gestire il Windows Update.

Negli ultimi quattro mesi, però, gli utenti segnalano di aver riscontrato il problema ben tre volte. Il caso più eclatante è quello accaduto a novembre, quando Microsoft ci impiegò circa un mese per far rientrare il disservizio.

A Gennaio, quando alcuni utenti avevano lamentato la notifica di disponibilità del Fall Creators Update per Windows 10, nonostante non avrebbe dovuto farlo.

Evidentemente, quindi, qualcosa non è andato per il verso giusto, e Microsoft si appresta a finire nuovamente sotto i riflettori per le politiche aggressive che avevano contraddistinto il rilascio di Ten.

Quanto è interessante?
8