Microsoft sul piede di guerra per i leak di Windows 11: chiesto il blocco delle ISO

Microsoft sul piede di guerra per i leak di Windows 11: chiesto il blocco delle ISO
di

In attesa del reveal ufficiale di Windows 11, in programma giovedì 24 Giugno prossimo, sul web sono già emerse le prime ISO del nuovo sistema operativo di Microsoft. Il colosso di Redmond, nonostante abbia stuzzicato gli utenti con alcuni messaggi su Twitter, sembra essere sul piede di guerra con coloro che hanno fatto trapelare l'OS.

Nello specifico, la società di Satya Nadella avrebbe invocato il Digital Mellennium Copyright Act per bloccare la diffusione delle ISO.

La legge, in vigore dal 1998, consente a coloro che detengono il copyright di chiedere agli Internet Service Provider, a coloro che forniscono i servizi di hosting ed ai motori di ricerca di rimuovere le pagine web che contengono i loro contenuti.

Secondo quanto riportato da WindowsCentral, Microsoft avrebbe chiesto a Google di eliminare dai risultati di ricerca un articolo di Beebom che contiene un link che permette di scaricare il file ISO di Windows 11. Non è chiaro se la società americana abbia avanzato la stessa richiesta anche per altri motori di ricerca.

Le ultime indiscrezioni emerse parlano di un nuovo sistema di gestione multi-monitor in Windows 11, ma le novità a quanto pare saranno tante ed abbracceranno tutti i comparti del nuovo sistema operativo. Ovviamente seguiremo la presentazione in diretta su queste pagine.

Quanto è interessante?
4