Microsoft punta alla gestione sicura delle identità: ecco a voi la piattaforma Entra

Microsoft punta alla gestione sicura delle identità: ecco a voi la piattaforma Entra
di

In seguito alla presentazione del mini-PC modulare Project Volterra, Microsoft ha annunciato in queste ore un'espansione e una ristrutturazione del proprio portafoglio di prodotti per la gestione dell'identità con la piattaforma inedita denominata Microsoft Entra.

L’obiettivo di questa nuova famiglia di prodotti è stato specificato con un post sul blog ufficiale del colosso di Redmond e, in fondo, è piuttosto semplice e nobile: semplificare radicalmente la gestione e la verifica dell'identità digitale, sbloccando vantaggi sia per i clienti aziendali che per i consumatori. Come spiegato dall’azienda, “il nostro mondo interconnesso richiede un modello flessibile e agile in cui persone, organizzazioni, app e persino dispositivi intelligenti possano prendere decisioni di accesso in tempo reale in sicurezza. Dobbiamo sviluppare ed espandere le nostre capacità per supportare tutti gli scenari che i nostri clienti si trovano ad affrontare”.

Con questo intento, pertanto, Microsoft ha deciso di introdurre Azure AD Identity Governance, servizio per semplificare il processo di onboarding e offboarding degli utenti; Microsoft Entra Permissions Management, altro strumento per identificare utenti con permessi "di troppo" per il loro ruolo nell'ambiente aziendale di riferimento; e, infine, il servizio decentralizzato Microsoft Entra Verified ID pensato per consentire a individui e organizzazioni di decidere quali informazioni condividere e quando, con la possibilità di cancellarle quando desiderato.

Per la società, quindi, “Microsoft Entra incarna la visione di ciò che dovrebbe essere l'accesso sicuro moderno. L'identità non dovrebbe essere un blocco che limita l’accesso a un mondo di nuove possibilità, bensì l’ingresso stesso. Vogliamo che le persone esplorino, collaborino, sperimentino”. Sarà interessante scoprire in quali ambienti e settori si espanderà questo nuovo insieme di soluzioni.

Nel frattempo, Microsoft ha rassicurato gli utenti che i widget non peseranno sulle performance di Windows 11.

FONTE: Microsoft
Quanto è interessante?
3