Microsoft aggiorna Universal Windows Platform, adesso supporta G-Sync e FreeSync

di
Buona parte degli utenti e un pezzo della critica non ha apprezzato Universal Windows Platform, l'idea di Microsoft del riunire tutto il software sotto un'unica piattaforma, e cioè Windows 10. La musica sembra però essere destinata a cambiare, e la società americana sta iniziando a lavorare per venire incontro alle necessità dei giocatori.

In realtà, inizialmente i clienti di Microsoft erano entusiasti in merito alla visione della società, ma la crescente mancanza di elementi cardine all'interno del pacchetto ha generato più di qualche scettico. Ad ogni modo, l'azienda ha annunciato oggi che UWP supporta i refresh rate variabili, e questo vuol dire gli i possessori di monitor con NVIDIA G-Sync o AMD FreeSync potranno beneficiare di tale tecnologia anche nei giochi rilasciati sullo store di Windows 10, come Quantum Break, Tomb Raider o la nuova beta di Forza Motorsport 6: Apex. A questi titoli, però, gli sviluppatori dovranno avere l'accortezza di rilasciare un aggiornamento ad hoc, altrimenti il tutto non sarà funzionante. Sembra quindi che Microsoft si stia rimboccando finalmente le maniche in merito ad UWP. Beneficerete di questa mossa della società di Redmond?