Microsoft taglia altri 1.000 posti di lavoro

di

Nonostante l'ottimo andamento economico fatto registrare nell'ultimo trimestre, Microsoft continua a tagliare posti di lavoro. Agli 8.000 licenziamenti di inizio anno, infatti, se ne aggiungono altri 1.000, che sono stati comunicati nella giornata di ieri.

La notizia è stata data dal New York Times, secondo cui questo taglio rappresenta meno dell'1% della forza lavoro globale di Microsoft, che però ancora non ha confermato ufficialmente i numeri trapelati ma si è semplicemente limitata ad affermare che “ci saranno alcuni tagli distribuiti in diverse aree dell'azienda. I licenziamenti sono stati effettuati per adattare meglio la forza lavoro alle esigenze dell'impresa”.
Zdnet afferma che un notevole numero di dipendenti è stato eliminato anche dalle aree che si occupano delle consulenze finanziarie e legali.
Microsoft lo scorso mese di Luglio aveva annunciato tagli per 7.800 dipendenti, ma nella dichiarazione si faceva anche riferimento a licenziamenti che si sarebbero conclusi solo entro la fine dell'anno solare 2015.
I tagli di oggi, però, secondo il New York Times sarebbero aggiuntivi e non rientrerebbero in questa strategia.

FONTE: ZDnet
Quanto è interessante?
0