Microsoft taglia posti di lavoro: ridotte assunzioni causa incertezza economica

Microsoft taglia posti di lavoro: ridotte assunzioni causa incertezza economica
di

Sempre più colossi della tecnologia stanno rallentando le assunzioni o diminuendo i posti disponibili: sappiamo già che nel 2023 Apple, Google e Meta ridurranno le offerte di lavoro, ma l’ultimo grande nome ad aggiungersi a questo elenco è Microsoft, la quale ha applicato tali tagli tra la divisione cloud e security.

A parlarne sono stati gli esperti di Bloomberg, i quali avrebbero ottenuto informazioni relativamente al detto taglio di un numero imprecisato di posti di lavoro all’interno degli uffici di Redmond. Il gigante di Satya Nadella non ha risposto alle richieste di commento, ma ha concesso una dichiarazione aziendale piuttosto tipica nella quale si afferma che questa interruzione è dovuta alla “necessità di assicurarsi che le risorse giuste siano allineate alle giuste opportunità”, chiarendo infine che il personale crescerà ancora nel corso dei prossimi anni.

Non si tratta di un arresto completo, come qualcuno potrebbe erroneamente intendere, bensì di un semplice rallentamento: le assunzioni continueranno, solamente con una velocità inferiore. È chiaro che l’inflazione del 9,1% negli Stati Uniti abbia un’influenza negativa notevole. L’unica società Big Tech che non sembra sentire eccessivamente l’impatto di tutto ciò è Amazon, la quale non accenna alcun rallentamento delle assunzioni.

À propos della società statunitense, recenti report parlano del possibile acquisto di Netflix da parte di Microsoft.

FONTE: Bloomberg
Quanto è interessante?
3