Questi millepiedi giganti sono i padroni di un'isola: la loro dieta è spaventosa

Questi millepiedi giganti sono i padroni di un'isola: la loro dieta è spaventosa
di

Questa specie di millepiedi gigante (Cormocephalus coynei), trovata specificatamente in un'isola del Pacifico, può uccidere e mangiare fino a 3.700 pulcini di uccelli marini ogni anno. Le creature in questione crescono fino a circa 30 centimetri di lunghezza e sono dotati di un potente veleno che iniettano nelle loro vittime.

I ricercatori, nel loro nuovo studio pubblicato sulla rivista The American Naturalist, erano interessati alla curiosa dieta di questi animali: gli uccellini, in particolare il petrello dalle ali nere (Pterodroma nigripennis). I millepiedi sono i predatori indiscussi dell'apice di Phillip Island, situata a 1.400 chilometri a est dell'Australia, e sono una parte vitale del suo ecosistema.

"In un certo senso, hanno preso il posto (o la nicchia ecologica) dei mammiferi predatori, che sono assenti sull'isola", scrivono i ricercatori. I millepiedi cacciano di notte, utilizzando le loro antenne per trovare delle prede. Il petrello dalle ali nere costruisce tane sul terreno, quindi i loro pulcini sono i bersagli principali.

Le creature striscianti attaccano mentre i pulcini riposano e, dopo aver iniettato loro il veleno, li mangiano vivi. Questo è il primo caso segnalato di millepiedi che predano gli uccelli marini, secondo quanto riportano i ricercatori. Gli scienziati hanno trascorso 132 ore a seguire e osservare i millepiedi mentre cacciavano di notte.

Qui hanno scoperto che il 48% dell'assunzione di cibo da parte di queste creature proveniva da animali vertebrati, con circa l'8% proveniente dai soli pulcini di uccelli marini. Sicuramente una dieta simile è spaventosa e, per certi versi crudele, ma questo comportamento è in realtà vitale per l'ecosistema dell'isola.

I millepiedi, infatti, portano i nutrienti sulla terraferma e permettono, quindi, alla vegetazione di prosperare sull'isola. Il territorio venne distrutto dagli umani quando trasformarono l'isola in una colonia penale nel 1788; qui introdussero maiali, capre e conigli che devastavano il fogliame. Fortunatamente all'inizio del XX secolo gli animali introdotti dall'uomo sono stati rimossi e adesso l'isola si sta lentamente riprendendo.

Questa ripresa è dovuta anche ai millepiedi, che attuano un compito importantissimo e unico.

Quanto è interessante?
4
Questi millepiedi giganti sono i padroni di un'isola: la loro dieta è spaventosa