I miracoli del deepfake: Rasputin canta "Halo" di Beyoncè

di

I deepfake sono destinati davvero a fare miracoli. I ricercatori del centro d'IA di Samsung a Cambridge, in collaborazione con l'Imperial College di Londra hanno creato un generative adversarial network (GAN) che è in grado di animare e sincronizzare il movimento facciale di un'immagine con una clip audio. Il risultato è esilarante.

Oltre a sincronizzare il movimento delle labbra, il modello anima anche i movimenti degli occhi e delle sopracciglia, allo scopo di rendere il tutto più naturale. Ad oggi, il processo di armonizzazione della bocca con l'audio viene eseguito durante il processo di post-editing o attraverso l'uso della computer grafica, il che rende bene l'idea di come questo nuovo sistema possa portare a benefici importanti in vari settori.

I ricercatori ritengono che il modello possa essere utilizzato per creare automaticamente volti parlanti per i personaggi dei cartoni animati, ma anche per riempire gli spazi vuoti quando i frame video non si sincronizzano durante le videochiamate in cui vi è poca copertura di rete, ma chiaramente la tecnologia potrebbe anche essere utilizzata per scopi come la manipolazione delle fotografie e per creare deepfake.

In un paio di esempi condivisi su YouTube, si mostra il mistico russo Rasputin che canta "Halo" di Beyoncè, in un filmato che non può che strappare un sorriso.

La notizia arriva a qualche giorno di distanza dalla ricerca dell'Università di Washington che ha creato un'IA che fa prendere vita alle foto.

Quanto è interessante?
5