Il missile aria-aria Matra Super sequestrato ai neofascisti di Torino

Il missile aria-aria Matra Super sequestrato ai neofascisti di Torino
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Ieri la polizia ha sequestrato un arsenale da guerra ad un nucleo di estremisti di destra di Torino. Le armi —tra cui fucili d'assalto come l'M16 e l'AR14— erano conservate in un magazzino da Fabio Del Bergiolo, ex ispettore della dogana e candidato al Senato per FN. Tra le armi sequestrate, anche un missile aria-aria Matra Super 530F.

Si tratta di un missile prodotto dai francesi, e in grado di ospitare una testata esplosiva da 30Kg. Nel momento in cui è stato sequestrato dalle forze dell'ordine, il missile non era armato: mancava la testata. Parliamo di un'arma che in condizioni ottimali può costare oltre 400mila euro, si sospetta che Del Bergiolo fosse intenzionato a venderlo.

Il Matra Super 530F, scrive la testata NextQuotidiano, può essere equipaggiato solamente su un preciso modello di caccia: il Mirage, sempre made in France.

L'ipotesi è che il Matra Super 530F provenga dal Qatar, ma al momento non si sa ancora come Del Bergiolo ne sia entrato in possesso. Peraltro, il missile pesa 800Kg il che ne rende il trasporto molto complicato.

Seppur perfettamente funzionante, il missile in questione sarebbe stato completamente inutile nel caso di un attentato terroristico — vista l'assenza della testata, e le modalità di utilizzo estremamente precise.

Così l'avvocato difensore dell'estremista di destra (ora in arresto): "si tratta di un grande appassionato, esperto di armi che scrive su riviste on line di settore e paragonabile ad un collezionista illegale di reperti archeologici o di quadri".

Già, non fosse che con un Monet rubato non ci armi un caccia da guerra, ci verrebbe da sottolineare.

Quanto è interessante?
5