La missione Artemis 1 è stata salvata dalla "Red Crew", ecco che hanno fatto

La missione Artemis 1 è stata salvata dalla 'Red Crew', ecco che hanno fatto
INFORMAZIONI SCHEDA
di

La missione Artemis 1 della NASA è finalmente partita, ma ciò non sarebbe stato possibile senza l'intervento della "Red Crew". Quest'ultima si è avventurata nella zona di lancio per riparare il vettore dal vivo, rischiando la vita pur di permettere questa storica impresa.

Ma cos'è successo? Mentre il razzo Space Launch System (SLS), si trovava sul Launch Pad 39B al Kennedy Space Center in Florida prima del lancio, i sensori hanno rilevato un’altra perdita di carburante, con il rischio di dover (nuovamente) rinviare la missione.

Così come ben saprete, però, ciò non è accaduto perché è prontamente intervenuta la “Red Crew“, una squadra di tecnici specialisti che hanno fermato con successo la perdita di idrogeno liquido. Quello che hanno fatto è stato "serrare" i "dadi di imballaggio", così come hanno affermato durante un'intervista post-lancio alla TV della NASA, un compito tanto importante quanto rischioso che è stato completato in pochi minuti.

"Tutto quello che posso dire è che eravamo molto emozionati", ha dichiarato il membro del team Trent Annis durante la sua intervista. "Ero pronto per salire lassù e andare", ha affermato l'uomo. "Eravamo molto concentrati su ciò che stava accadendo. Soprattutto perché tutto scricchiola, ci sono rumori di ventilazione ed è abbastanza spaventoso."

FONTE: nytimes
Quanto è interessante?
4