Model S: la batteria dell'auto coinvolta nell'incidente in Florida prese fuoco due volte

di

Quando un veicolo viene coinvolto in un'incidente, la possibilità che prenda fuoco è sempre in agguato: può accadere infatti che il carburante fuoriesca dal serbatoio in seguito all'urto, incendiandosi. Un'eventualità che non spaventa nel caso dei veicoli elettrici, anche se quanto accaduto alla Model S schiantatasi in Florida ha dell'incredibile.

Stando a quanto riportato dagli investigatori del National Transportation Safety Board, un'agenzia investigativa del Governo degli Stati Uniti che indaga sugli incidenti stradali e non, il modello di Tesla protagonista del sinistro di Ford Lauderdale sarebbe andato a fuoco ben due volte. In particolare, a scatenare l'incendio sarebbe stato un componente della batteria agli ioni di litio con la quale è equipaggiato il veicolo, che si sarebbe riacceso dopo essere stato opportunamente spento dai pompieri con acqua e schiuma.

Avrebbe preso fuoco la prima volta mentre gli agenti erano intenti a rimuovere la carcassa del veicolo dal luogo dell'incidente, ed una seconda una volta quando è arrivato al deposito in cui doveva essere custodito.

Stando al report diffuso dall'agenzia, l'auto stava viaggiando a 116 miglia orarie, che corrispondo a circa 186 km/h, prima di entrare in collisione due volte con un muro. Si sarebbe quindi incendiata per la prima volta solo dopo il secondo urto.

Nel frattempo la compagnia di Elon Musk si prepara al debutto del suo nuovo modello, la Model 3, e per disporre di un livello di produzione adeguato si è affidata ad una soluzione provvisoria, costituita da alcuni tendoni-fabbrica. Inoltre, stando ad alcune indiscrezioni, i servizi di accesso ad internet disponibili nelle Tesla diventeranno a pagamento, a partire dal primo luglio.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
2

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it

Model S: la batteria dell'auto coinvolta nell'incidente in Florida prese fuoco due volte