Un modello d'IA di Google è in grado di creare previsioni meteorologiche istantaneamente

Un modello d'IA di Google è in grado di creare previsioni meteorologiche istantaneamente
di

in un nuovo post sul blog, Google ha parlato di un nuovo sistema che utilizzando l'intelligenza artificiale sarebbe in grado di generare previsioni meteorologiche "quasi istantaneamente".

I lavori sono ancora nelle prime fasi, ed ancora non è integrato in nessun sistema commerciale, sebbene i primi test abbiano dato risultati incoraggianti. I ricercatori del motore di ricerca sostengono di essere riusciti ad ottenere previsioni accurate delle precipitazioni fino a sei ore di anticipo rispetto ai modelli attuali e con una precisione di 1 Chilometro, il tutto in pochi minuti.

Si tratta di un miglioramento importante rispetto alle tecniche esistenti, che possono richiedere ore per generare carte sinottiche e previsioni. La rapidità, affermano i ricercatori, saranno "uno strumento essenziale e necessario per adattare i modelli ai cambiamenti climatici, in particolare per condizioni meteorologiche estreme".

Google afferma che, dal momento che i modelli meteorologici sono diventati imprevedibili, le previsioni a breve termine saranno cruciali per mettere al riparo le vite umane da fenomeni atmosferici violenti.

I ricercatori dell'azienda hanno confrontato il modello con due metodi esistenti: le previsioni del flusso ottico, che osserva il movimento di fenomeni come le nuvole, e la simulazione che crea previsioni dettagliate basate sulla fisica dei sistemi meteorologici.

Big G osserva che il grosso problema dei metodi più vecchi è che necessitano di elaborare ed analizzare fino a 100 terabyte di dati dalle stazioni meteorologiche ogni giorno, e ci impiegano ore. L'ingegnere Jason Hickey osserva che "se ci vogliono sei ore per generare una previsione, vuol dire che in un giorno se ne possono ottenere 3-4. Questo limita la nostra conoscenza di ciò che sta accadendo un preciso momento".

Google ha creato un metodo che produce risultati in pochi minuti perchè genera previsioni su semplici dati radar, come ad esempio quelli relativi alle precipitazioni. Il modello si basa sull'intelligenza artificiale, ed è stato addestrato usando i dati storici raccolti tra il 2017 e 2019 negli Stati Uniti dalla NOAA. Il punto debole di questo sistema è che non riesce a generare previsioni a lungo termine, in quanto evidentemente necessita di modelli più potenti.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
4