Mondiali di Qatar 2022 a tutta tecnologia: i palloni si ricaricano come uno smartphone

Mondiali di Qatar 2022 a tutta tecnologia: i palloni si ricaricano come uno smartphone
di

La tecnologia domina i Mondiali di Qatar 2022. Ed in attesa di scoprire chi vincerà la discussa kermesse per nazionali, stanno facendo discutere alcune immagini pubblicate in rete che mostrano il pallone Al Rihla collegato ad un caricabatterie.

La FIFA negli ultimi anni ha puntato sempre più sulla tecnologia, allo scopo di ridurre all'osso il tasso d'errore e rendere le partite più spettacolari. Nel caso del pallone, il funzionamento è proprio pari agli smartphone che abbiamo tra le mani quotidianamente.

All'interno di ogni pallone è presente un sensore, ed un chip da quattordici grammi integrato nel cuore della sfera, che apre le porte a tantissimi utilizzi: uno di questi è stato mostrato in mondovisione durante la partita tra Portogallo ed Uruguay ed ha visto come protagonista niente poco di meno che Cristiano Ronaldo nel discusso "gol-non gol".

La piccola batteria garantisce sei ore di utilizzo, ma l'autonomia arriva fino a diciotto ore se si attiva la modalità standby. Il chip è fondamentale per il fuorigioco semi automatico e si interfaccia con le telecamere per tracciare ventinove punti-dati di ogni singolo giocatore, mentre il sensore IMU (unità di misura inerziale) integrato al centro della palla invia i dati alla sala VAR 500 volte al secondo per ottenere informazioni e statistiche ultra precise in qualsiasi istante.

Come osservato dal Daily Mail, si tratta dei palloni più tecnologici mai utilizzato durante la Coppa del Mondo.

Quanto è interessante?
5