di

Vi abbiamo già parlato su queste pagine delle tecnologie utilizzate per il campionato mondiale di calcio 2018 in Russia, attualmente in corso. Tuttavia, a Washington sono già andati oltre: guardando le partite tramite degli ologrammi 3D.

In particolare, l'Università di Washington ha sviluppato un apposito algoritmo in grado di convertire un normale video calcistico in una più immersiva ricostruzione in 3D tramite ologrammi. Questo è possibile grazie alle reti neurali e all'intelligenza artificiale. Per far riconoscere all'algoritmo i giocatori, sono state analizzate oltre 12.000 immagini 2D estratte dal popolare videogioco FIFA, che sono state successivamente confrontate con il rispettivo modello 3D.

I ricercato hanno poi testato il tutto tramite HoloLens, il noto visore per la Mixed Reality di Microsoft. Grazie a quest'ultimo, è stato possibile prendere visione dei match in una qualsiasi superficie piana. Potete vedere un esempio nel video presente qui sopra. Tuttavia, attualmente le limitazioni sono ancora molte. In primis, non è ancora possibile ricreare la palla, che risulta essere molto complessa da elaborare e verrà implementata solamente in futuro. Oltre a questo, l'algoritmo non è sufficientemente veloce da permettere di vedere in diretta una partita, costringendo i ricercatori a vedere i match in replica. I test stanno continuando anche durante il Mondiale, con il team dell'Università di Washington che sta cercando di prendere visione delle partite tramite questo meccanismo.

Nonostante le pesanti limitazioni, stiamo parlando di una tecnologia molto interessante, che in futuro potrebbe garantirci un nuovo modo per vedere le partite o i replay. Secondo molti, infatti, sarà questo il futuro delle trasmissioni calcistiche. Per ulteriori informazioni, vi rimandiamo alla pagina ufficiale del progetto.

FONTE: ScienceMag
Quanto è interessante?
2
Mondiali Russia 2018: a Washington le partite si guardano tramite ologrammi 3D