Morto Chales Kuen Kao, il papà della fibra ottica e Premio Nobel 2009

Morto Chales Kuen Kao, il papà della fibra ottica e Premio Nobel 2009
di

E' morto ieri in una casa di riposo ad Hong Kong all'età di 84 anni l'ingegnere e fisico cinese Charles Kuen Kan, uno dei padri della fibra ottica, che nel 2009 era stato insignito del premio Nobel per la fisica.

Professore di fisica all'Università di Hong Kong, Kao nasce a Shanghai il 4 Novembre 1933, ma inizia ad occuparsi di fibre ottiche solo nel 1963, quando comincia a lavorare presso alcune compagnie telefoniche e di comunicazioni.

Nel corso della sua vita è anche stato ingegnere ad Harlow, presso gli Standard Telecommunication Laboratories, che gli permisero di teorizzare un concetto poi divenuto realtà negli anni successivi. Kan infatti era convinto che si potessero trasmettere segnali luminosi usando delle fibra di vetro puro al posto dei cavi di rame. La tecnologia è stata utilizzata per le connettività a fibra ottica attuali e popolare in tutto il mondo.

E' il 1966 quando insieme a George Hocklam dimostra che l'attenuazione del segnale trasferito tramite le fibre altro non è che una conseguenza di impurità presenti nel vetro. Secondo i due, l'attenuazione non deve superare il valore di 20 db/km per permettere al cavo di fibra ottica di trasferire i segnali telefonici. Per fare un confronto e percepire l'impatto di tale scoperta, negli anni 60 l'1% della luce era trasmesso su 20 m di fibra, mentre oggi il 95% mantiene la propria potenza per oltre un chilometro.

Negli anni successivi Kuo progettò anche uno spettrometro per misurare le perdite dei quarzi fusi, che gli permise di dimostrare la riduzione dell'attenuazione a 5 db/km.

Le sue ricerche sulle fibre ottiche gli valsero il Premio Nobel di nove anni fa.

Quanto è interessante?
5

Gli ultimi Smartphone, TV 4K o gli accessori più GEEK li trovate in offerta su Amazon.it