Mostravano annunci porno, Google rimuove 60 app dal Play Store

di
Nuova ripulita al Play Store per Google. La società di Mountain View, alle prese con una nuova grana ed un possibile scandalo, ha deciso di rimuovere dal negozio per le applicazioni circa sessanta app (tra cui figuravano molti giochi) che erano state pubblicate per secondi fini.

Secondo quanto affermato da alcuni siti, nelle suddette applicazioni nascondevano al loro interno un malware che mostrava agli utenti annunci pubblicitari con riferimento pornografici. Da qui l'immediata reazione del gigante californiano, che ne ha ordinato l'immediata rimozione per ragioni di sicurezza.

Un rappresentante della compagnia, parlando con The Next web, ha affermato che Google si è attivata immediatamente per eliminarle a seguito di un rapporto di sicurezza diffuso dalla società specializzata in sicurezza informatica Check Point.

La cosa preoccupante è rappresentata dal fatto che le applicazioni eliminate avrebbero raggiunto quota 3-7 milioni di download.

Nel rapporto pubblicato da Check Point si legge che il malware in questione, Adult Swine, si annidava nelle applicazioni attraverso del codice maligno che mostrava annunci pubblicitari spesso inappropriati e contenenti riferimenti pornografici, che inducevano gli utenti ad installare delle applicazioni di terze parte che registravano le SIM a servizi a pagamento. Lo stesso malware, secondo gli stessi, avrebbe potuto favorire anche attacchi informatici di vario tipo, che in alcuni casi potrebbero anche portare al furto dei dati personali e le credenziali presenti sul telefono.

Quanto è interessante?
3