I motivi dell'estinzione dei Neanderthal? La risposta potrebbe essere nel loro sangue

I motivi dell'estinzione dei Neanderthal? La risposta potrebbe essere nel loro sangue
di

L’uomo di Neanderthal è un antenato degli uomini moderni, appartenente alla famiglia degli ominidi. Svariate ricerche sono state condotte su questa tipologia di “antichi uomini”. Studi più recenti stanno analizzando ulteriori ipotesi che ne avrebbero causato l'estinzione.

Uno studio, pubblicato su Plos One, ha analizzato i gruppi sanguigni di due membri del genere homo, ovvero Denisova e Neanderthal, rivelando alcune caratteristiche sulle loro origini. Inoltre, ha ottenuto nuove prove riguardo l’eventuale incrocio con Homo Sapiens e una malattia che ne avrebbe compromesso la salute.

I gruppi sanguigni sono da sempre stati marcatori impiegati negli studi antropologici per determinare l’origine delle popolazioni, comprenderne i moti migratori e gli incroci, ma , prima di questo studio, non erano conosciuti nei Neanderthal e nei Denisova. L’approccio del team è stato quello di analizzare i dati forniti dal Dipartimento di genetica evolutiva Max Planck, per scovare la presenza di variazioni genetiche nelle specie in esame.

Secondo la coautrice dello studio, Silvana Condemi, direttrice del Centro nazionale per la ricerca scientifica (CNRS)in Francia , identificare queste variazioni potrebbe fornire ulteriori indicazioni sulla storia del genere homo. Per la prima volta, attraverso questi studi, è stato portato alla luce che Neanderthal e Denisova possiedono i gruppi sanguigni AB0, confermandone così la presenza in altri esseri umani oltre all’Homo Sapiens moderno.

Ma non è finita qui. I ricercatori hanno trovato tracce molecolari dei gruppi sanguigni di questi antichi uomini nelle popolazioni africane moderne, confermando l’ipotesi che i nostri "antenati" siano originari del continente africano. Oltre ai gruppi sanguigni i ricercatori hanno trovato una serie di alleli(forme alternative di un gene) che oggi si trovano nei gruppi sanguigni di aborigeni australiani e indigeni della Papua Nuova Guinea. Ciò permette di affermare che questi uomini primitivi possano essersi incrociati con gli umani moderni quando hanno lasciato l’Africa.

L’aspetto più sorprendente emerso dalle analisi, però, è quello in riferimento ad un allele associato alla debolezza per malattie che colpiscono feti e neonati, che potrebbe essere una delle cause della loro estinzione, poiché ne avrebbe limitato la riproduzione.

Secondo Condemi, studiare le cause che hanno portato alla scomparsa dei Neanderthal è un punto fondamentale per comprendere la storia evolutiva dell’uomo e lo studio del sangue può darci una grande mano nel farlo.

FONTE: Inverse
Quanto è interessante?
8