Multa salatissima per Instagram in Europa: problemi con privacy bambini

Multa salatissima per Instagram in Europa: problemi con privacy bambini
di

La notizia del giorno per Instagram non è la rimozione del profilo di PornHub da 13 milioni di follower dalla ragione ancora non chiarita, bensì la multa di 405 milioni di euro ai danni della piattaforma social di casa Meta. Questa sanzione trova origine su un datato reclamo relativo alla gestione dei dati dei più piccoli.

Come riportato da TechCrunch, la decisione finale è stata presa nello specifico dal principale supervisore dei dati dell'azienda nell'UE assieme alla Commissione irlandese per la protezione dei dati (DPC) e al Comitato europeo per la protezione dei dati (EDPB). La decisione finale riguarda nello specifico la violazione del Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) dell'UE e costituisce a oggi la più grande sanzione subita dal gigante dei social network nel contesto del citato regolamento.

Scendendo ancor più nel dettaglio, la denuncia riguardava l’elaborazione dei dati dei bambini e il lancio di account “pubblici” anziché “privati” come impostazione predefinita anche per gli utenti minorenni. Il ragionamento alla base della multa per Instagram dovrebbe essere rilasciato nei prossimi giorni in vista della pubblicazione formale della decisione finale.

I dati noti a oggi, infatti, sono stati confermati direttamente dal DPC irlandese tramite il vicecommissario Graham Doyle: “Abbiamo adottato la nostra decisione finale venerdì scorso e contiene una multa di 405 milioni di euro. Tutti i dettagli della decisione verranno pubblicati la prossima settimana”, ha dichiarato a TechCrunch.

Parlando sempre della medesima piattaforma, c’è un nuovo test in corso che consente di bloccare post suggeriti con determinate parole.

Quanto è interessante?
1