Questo nanomateriale rimane asciutto anche se immerso completamente in acqua

Questo nanomateriale rimane asciutto anche se immerso completamente in acqua
di

Alcuni ricercatori dell'Università della Florida Centrale (UCF) hanno sviluppato un nuovo nanomateriale che respinge l'acqua e può rimanere asciutto perfino se viene immerso. Il team di scienziati, guidato da Debashis Chanda, professore presso il NanoScience Technology Center dell'UCF, si è ispirato dalla natura.

"Alcune piante o animali sono idrorepellenti o idrofobici perché la natura ha dotato loro di uno strumento per proteggersi e autopulirsi da agenti patogeni come funghi, crescita di alghe e accumulo di sporco", ha affermato Chanda. "Abbiamo preso spunto dalla struttura di una foglia di loto e sintetizzato materiali nanostrutturati basati su cristalli molecolari di fullereni".

I fullereni, per intenderci, vengono creati combinando molecole di carbonio per formare una struttura chiusa a gabbia. Queste strutture possono impilarsi l'una sull'altra per formare cristalli chiamati fulleriti. Basta semplicemente creare un gel formato da fulleriti, applicato su qualsiasi superfice, per sviluppare uno stato super idrorepellente.

Altre superfici simili idrofobe non sono rimaste asciutte quando sono state immerse sott'acqua per più di pochi minuti a una certa profondità. Questa differenza sostanziale rende il nuovo materiale innovativo. "Anche quando vengono immersi a 60,9 cm d'acqua per diverse ore, i film rimangono asciutti", conclude infine Chanda.

A proposito di materiali innovativi: questo tessuto muscolare è più resistente di un giubbotto antiproiettile, mentre questi nuovi nanomateriali potranno catturare la luce come piante.

Quanto è interessante?
4