La NASA ha catalogato i microbi presenti sulla Stazione Spaziale Internazionale

La NASA ha catalogato i microbi presenti sulla Stazione Spaziale Internazionale
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Come abbiamo riportato ieri, la Stazione Spaziale Internazionale è piena di batteri e funghi, che potenzialmente potrebbero essere anche mortali per gli astronauti. Quest'oggi arriva un importante aggiornamento a riguardo, in quanto uno studio ha catalogato i microbi presenti sull'ISS.

Nello specifico, sarebbero stati scoperti alcuni microbi che sono presenti anche sulla Terra e potrebbero causare infezioni agli esseri umani. Si tratta dei batteri definiti "opportunistici" e noti come Staphylococcus ed Enterobacter, ma secondo Aleksandra Checinska Sielaff che ha condotto lo studio "non è noto se questi batteri possano causare malattie negli astronauti, in quanto dipende da una serie di fattori quali lo stato di salute di ciascun individuo ed il modo in cui funzionano gli organismi mentre si trovano nell'ambiente spaziale".

I microbi infatti sono noti per sopravvivere in ambienti estremi e lo spazio lo è. All'interno dell'ecosistema dell'ISS, però devono sottostare alla microgravità, radiazioni, elevate emissioni di anidride carbonica ed il ricircolo dell'aria tramite i filtri HEPA.

Un altro co autore dello studio si è soffermato sull'importanza della questione, in quanto "gli astronauti durante i voli spaziali hanno il sistema immunitario alterato e non hanno accesso ai sofisticati interventi medici disponibili sulla Terra", ecco perchè nelle prossime settimane e mesi bisognerà capire cosa succede ai germi umani ed i microbi nello spazio.

Campionando le superfici in otto punti dell'ISS, tra cui la finestra di osservazione, i servizi igienici, la piattaforma per gli esercizi fisici, il tavolo da pranzo e la zona notte, lo studio ha misurato la comunità microbica della Stazione per quattordici mesi.

Si è scoperto che il batterio prominente era lo stafilococco, seguito dall'Enterobacter ed il Bacillus, con percentuali relativamente del 26, 23 ed 11%. Il fungo più comune era la Rhodoturla, che occupava l 40% dell'intera comunità.

I quattro microbi sulla Terra sono associati ad altrettante infezioni. Come riportato ieri, gli scienziati si stanno soffermando non solo sull'impatto che tali funghi e batteri potrebbero avere sulla salute degli astronauti, ma anche sulla corrosione della stessa ISS.

"La comprensione del loro potenziale impatto sul veicolo spaziale sarà importante per mantenere la stabilità strutturale dell'ISS durante le missioni" ha affermato Camilla Urbaniak, un microbiologo del JPL della NASA.

Un altro aspetto preoccupante è dato dal fatto che molti dei microbi rilevati sulla ISS possono formare biofilm, lo strato sottile e viscoso che aderisce alle superfici e che potrebbe causare problemi agli astronauti se si infettano, ma anche alla piattaforma con possibili ripercussioni sulla stabilità.

Quanto è interessante?
7