La NASA chiede ai partner internazionali di raggiungerla sulla Luna

La NASA chiede ai partner internazionali di raggiungerla sulla Luna
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Durante il 70esimo International Astronautical Congress di Washington, l'amministratore della NASA Jim Bredestin ha parlato della possibilità che anche altri partner internazionali possano andare sulla Luna, organizzando missioni umane sulla superficie lunare.

"C'è molto spazio sulla Luna e abbiamo bisogno che tutti i nostri partner internazionali vengano con noi," dice Jim Bredestin. "Se possiamo raggiungere un accordo sul contributo delle nazioni e come saranno parte dell'architettura, non vedo perché le altre agenzie spaziali non possano venire con noi sulla Luna".

Gli USA stanno creando un satellite (ORION) e una piccola stazione spaziale (GATEWAY) che possono servire come base per la missione del 2024 Artemis 3. L'unico elemento prodotto al di fuori degli Stati Uniti è il modulo di servizio, interamente prodotto dall'ESA, l'agenzia spaziale europea.

Una volta che Gateway sarà sviluppato, anche i non americani saranno in grado di sostenere il viaggio. Si spera che questo nuovo programma possa portare in futuro alla colonizzazione della Luna, il cui primo passo è la costruzione di una base.

"Siamo in discussione con la NASA, così da avere astronauti europei sulla superficie della Luna, questa è ovviamente una un'intenzione dell'Europa," dice Jan Worner, direttore dell'ESA. "Il 2024 sarà sicuramente americano. Per gli Europei sarà il 2027,2028 o qualcosa del genere".

Il Giappone vuole avere un vantaggio dal nuovo programma Americano per scrivere un nuovo capitolo della sua storia. "Questa per me è una domanda semplice perché JAXA vuole inviare astronauti giapponesi sulla superficie lunare," dice Hiroshi Yamakawa, presidente dell'Agenzia Spaziale Giapponese.

La costruzione della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) nei tardi anni '90 ha simboleggiato una nuova era della cooperazione spaziale tra gli USA e la Russia; in questo momento però Washington non è disposto a collaborare con i suoi rivali geopolitici.

Il Congresso ha esplicitamente proibito ogni cooperazione con la Cina, una delle potenze spaziali emergenti. Durante il suo discorso di inaugurazione, il vice presidente Mike Pence ha ripetuto che gli Stati Uniti vogliono lavorare solo con nazioni amanti della libertà.

L'Umanità si interroga sulla necessità di tornare sulla Luna, l'America, l'Europa e gli altri partner internazionali sembrano credere che il ritorno è più vicino di quanto pensiamo.

FONTE: phys.org
Quanto è interessante?
6