NASA in difficoltà: ha "finito" gli astronauti per le missioni

NASA in difficoltà: ha 'finito' gli astronauti per le missioni
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Il corpo degli astronauti della NASA è ridotto ai minimi storici. L'agenzia spaziale americana ha "soltanto" 44 astronauti alle sue dipendenze, un numero sicuramente insignificante rispetto al picco di 150 astronauti raggiunto nel 2000. Questo scarso numero potrebbe sollevare preoccupazioni per le future e ambiziose missioni.

"Si prevede che il corpo degli astronauti scenda al di sotto delle dimensioni previste o del requisito minimo manifesto nell'anno fiscale 2022 e 2023 a causa dell'attrito e delle esigenze di manifesti di volo spaziale aggiuntivi", si può leggere in un rapporto. La NASA dal canto suo sta già cercando nuovo personale, e recentemente ha reclutato nuovi astronauti, inclusi un ciclista.

"L'Agenzia potrebbe non avere un numero sufficiente di astronauti aggiuntivi disponibili per l'abbandono imprevisto e riassegnazioni dell'equipaggio o ruoli a terra", si continua a leggere nel rapporto. "Alla luce delle opportunità di volo spaziale in espansione previste per le missioni Artemis, il corpo potrebbe essere a rischio di essere disallineato in futuro, con conseguenti riorganizzazioni dirompenti dell'equipaggio o ritardi nelle missioni".

Perché la NASA sta avendo questo problema di personale? Semplicemente perché molti astronauti si stanno ritirando. Dopo la fine delle missioni dello Space Shuttle è stato registrato un tasso di abbandono degli astronauti dell'11,1%, ovvero circa 10 astronauti all'anno tra il 2004 e il 2012 (alcuni sono andati anche in pensione nel frattempo).

Insomma, l'agenzia spaziale dovrebbe tenere in seria considerazione questo problema, soprattutto perché senza personale non si va lontano sulla Terra... figuriamoci sulla Luna. Intanto la NASA ha qualche anno in più per aggirare il problema, visto che le missioni Artemis sono state rimandate al 2025.

FONTE: futurism
Quanto è interessante?
1