La NASA sta cercando la causa del guasto avvenuto nella capsula Starliner di Boeing

La NASA sta cercando la causa del guasto avvenuto nella capsula Starliner di Boeing
di

L'agenzia spaziale americana sta attualmente cercando la causa dell'anomalia riscontrata dal veicolo spaziale per il trasporto degli astronauti verso la Stazione Spaziale Internazionale, il CST-100 Starliner della Boeing, che ha impedito alla capsula di attraccare correttamente con la stazione orbitante.

Il guasto, molto probabilmente, è stato causato da un errore del timer della capsula. La NASA, quindi, sta formando un team investigativo per confermare o smentire la causa dell'accaduto. Nel frattempo, ovviamente, cercherà qualche "altro possibile problema relativo al software". Il team "fornirà le azioni correttive" necessarie prima del trasporto degli astronauti; un lavoro che richiederà circa due mesi.

L'agenzia spaziale americana sta infatti valutando se far ripetere il test a Boeing, un'operazione che costerebbe decine di milioni di dollari e aggiungerebbe ulteriore ritardo al progetto. "Sebbene i dati del test non elaborato siano importanti per la certificazione, potrebbe non essere l'unico modo in cui Boeing è in grado di dimostrare le piene capacità del suo sistema", ha affermato l'agenzia.

L'atterraggio ha comunque testato il difficile rientro della capsula nell'atmosfera e il dispiegamento dei paracadute, offrendo i dati più importanti per la missione, secondo quanto affermato dall'amministratore dell'agenzia Jim Bridenstine. Attualmente la NASA ha assegnato 4.2 miliardi di dollari a Boeing e 2.5 miliardi di dollari a SpaceX, per sviluppare dei sistemi in grado di trasportare gli astronauti alla Stazione Spaziale dagli Stati Uniti.

FONTE: reuters
Quanto è interessante?
3
La NASA sta cercando la causa del guasto avvenuto nella capsula Starliner di Boeing