di

Vi siete mai chiesti come sono i tramonti degli altri Pianeti? Be, adesso abbiamo una risposta, o perlomeno una simulazione che fornisce un'idea più precisa. Infatti, la NASA ha divulgato dei dettagli molto interessanti.

In particolare, stando anche a quanto riportato da Space e come potete vedere in un video in 4K pubblicato dal canale YouTube ufficiale NASA Goddard, l'Agenzia Spaziale statunitense ha creato una sorta di "simulatore di tramonti" riguardante vari Pianeti.

Più precisamente, la NASA ha mostrato delle simulazioni legate a Terra (in varie condizioni), Marte, Venere, Urano, Titano (satellite naturale di Saturno) e Trappist-1. Per chi non lo sapesse, quest'ultimo è un sistema stellare che si trova a 40 anni luce di distanza e che dispone di sette esopianeti rocciosi. In ogni caso, il risultato finale è sicuramente molto interessante, dato che mostra le nette differenze tra i vari Pianeti (ovviamente simulandole). Potete vedere un "riassunto" intrigante nell'immagine presente in calce alla notizia.

La simulazione è opera di Geronimo Villanueva, scienziato della NASA che ha creato questo "tool" per comprendere al meglio il tramonto di Urano, in vista di eventuali future missioni che coinvolgeranno il Pianeta. Se siete interessati ad approfondire l'argomento, vi consigliamo di consultare il sito ufficiale della NASA (in inglese), dove si possono trovare più informazioni su Planetary Spectrum Generator, ovvero il "tool" utilizzato da Villanueva.

Tra l'altro, rimanendo in ambito spaziale, giusto questa mattina vi abbiamo parlato dello storico annuncio della NASA, che prevede di "aprirsi" sempre di più alle compagnie private.

FONTE: Space
Quanto è interessante?
3
La NASA mostra le differenze dei tramonti di 6 Pianeti, tra cui Urano