NASA nomina una task force che dovrà evitare la contaminazione dei pianeti da esplorare

NASA nomina una task force che dovrà evitare la contaminazione dei pianeti da esplorare
INFORMAZIONI SCHEDA
di

Secondo i piani della NASA, l'uomo non deve assolutamente contaminare i pianeti che esplorerà nel corso delle prossime missioni spaziali. Per questo motivo, l'Agenzia Spaziale statunitense ha appena nominato una task force che si occuperà proprio di prevenire qualsiasi tipo di comportamento possibilmente dannoso.

In particolare, stando anche a quanto riportato dai soliti colleghi di SpaceNews e ANSA, il Consiglio consultativo della NASA ha raccomandato all'Agenzia Spaziale, nel corso di una discussione tenutasi lo scorso 10-11 dicembre, di istituire una task force che si occuperà di prevenire la contaminazione dei pianeti che verranno visitati durante le missioni spaziali attraverso strumenti e oggetti portati dalla Terra e viceversa. Anche il COSPAR (Comitato internazionale per la ricerca spaziale) si accinge a rivedere le regole della protezione planetaria. Una prima ripercussione sulle missioni ci sarà tra qualche anno, quando il rover della missione europea Exomars 2020 sarà sterile per evitare di portare con sé batteri e virus umani su Marte.

Tuttavia, ci sono molti fattori da tenere in considerazione: uno su tutti i costi che questo comporta. Per questo motivo, si sta ancora discutendo se proteggere tutti i corpi del Sistema Solare con le stesse regole oppure se analizzare caso per caso. "Il costo delle missioni cambia radicalmente se bisogna sterilizzare completamene le sonde. [...] Si potrebbe riservare a pianeti e lune nei quali c'è davvero la probabilità di trovare forme di vita, come Marte e le lune ghiacciate di Giove e Saturno", ha affermato Enrico Flamini, insegnante di Planetologia nell'Università di Chieti-Pescara.

FONTE: SpaceNews
Quanto è interessante?
4
NASA nomina una task force che dovrà evitare la contaminazione dei pianeti da esplorare