NASA punta all'energia nucleare per le basi sulla Luna e su Marte

NASA punta all'energia nucleare per le basi sulla Luna e su Marte
di

La NASA sta pensando all’energia nucleare come risorsa chiave da produrre sulla Luna e su Marte per permettere agli astronauti di restare sulle loro superfici e dare vita alle prime basi per una presenza più prolungata.

L’agenzia spaziale americana dal 24 luglio è aperta a ogni proposta e idea dal settore privato su come utilizzare il nucleare, ma prima sarà necessaria una valutazione ancora più approfondita.

Ogni idea verrà valutata dalla NASA assieme all’Idaho National Laboratory, centro di ricerca nucleare gestito dalla Battelle Energy Alliance, una compagnia privata no-profit che si occupa dello sviluppo di tecnologie da applicare nei settori della sicurezza nazionale, salute, ambiente, agricoltura e anche dell’energia.

Il piano della NASA è di sviluppare il design di un reattore nucleare per poi costruirlo e portarlo sulla Luna, dove in un secondo momento verrà testato prima di pensare a ogni trasporto futuro su Marte. Nel mentre, la NASA si occuperà anche dello sviluppo e costruzione di un lander che possa contenere e trasportare il reattore nello spazio fino al corpo celeste desiderato.

I requisiti del reattore sono già noti: la NASA vuole che sia in grado di generare almeno 10 kilowatt ininterrottamente, autonomamente e che possa funzionare per almeno 10 anni. Inoltre, deve pesare meno di 3.5 tonnellate e dovrà essere sviluppato, costruito e pronto per il lancio entro il 2026. Su Marte, che intanto si mostra nella sua bellezza in un video in 4K, arriverà sicuramente più tardi.

La NASA non sta solo cercando di creare questi reattori nucleari ma anche un WC perfetto da portare sulla Luna, il quale può essere ideato e proposto da chiunque voglia partecipare alla Lunar Loo Challenge aperta a fine giugno.

FONTE: Slashgear
Quanto è interessante?
4