La NASA svela nuove regole per proteggere la Luna e Marte dai germi della Terra

La NASA svela nuove regole per proteggere la Luna e Marte dai germi della Terra
di

Mandando strumentazioni umane verso la Luna o Marte, potremmo "invadere" con microrganismi terrestri l'ambiente incontaminato di questi due corpi celeste. Per questo motivo la NASA ha svelato al mondo nuove politiche da attuare per proteggere le due prossime destinazioni dell'uomo.

Queste direttive sono state emanate per proteggere i corpi planetari da ogni possibile contaminazione biologica che potrebbe originarsi sulla Terra e interferire con la ricerca scientifica. Inoltre, queste nuove ordinanze impediscono che qualsiasi materiale biologico sconosciuto "alieno" possa essere trasportato sul nostro pianeta.

"Stiamo cercando di bilanciare gli interessi della comunità scientifica, l'interesse della comunità di esplorazione umana e l'interesse della comunità commerciale", afferma il 9 luglio l'amministratore della NASA Jim Bridenstine. Le future missioni dell'umanità devono lasciare un luogo incontaminato. I motivi di ciò sono molteplici, primo fra tutti è il seguente: se su Marte venissero scoperte forme di vita microscopiche, senza un'adeguata attenzione per la contaminazione umana, verrebbero messe in discussione poiché potrebbero essere state portata dall'uomo. Un inconveniente davvero problematica per la ricerca futura.

Le direttive per la Luna sono due: La "stragrande maggioranza" del nostro satellite, continua Bridenstine, rientrerebbe nella Categoria 1, ovvero misure di protezione planetaria meno elevate. Le missioni verso i siti della Categoria 2, invece, dovrebbero comprendere misure di protezione planetaria più rigorose, poiché sono i luoghi in cui l'umanità opererà maggiormente.

Marte, d'altra parte, è un po' più complicato, poiché si deve considerare la contaminazione sia del Pianeta Rosso che della Terra. Tuttavia, vale la pena sottolineare che quelle della NASA non sono direttive obbligatorie per tutti; sono solo temporanee e subiranno moltissime modifiche strada facendo. "Probabilmente verrà modificato molte volte ora e in futuro", conclude infine Bridenstine.

FONTE: space.com
Quanto è interessante?
2