Nasce la Toronto Declaration, un documento per proteggere i diritti umani dalle IA

di

Nasce a Toronto, in Canada, un nuovo documento che chiede a gran voce la difesa dei diritti umani dai pericoli rappresentati dalle intelligenze artificiali e dal machine learning. Si chiama Toronto Declaration, e intima ai governi l'uso di algoritmi in grado di rispettare i principi base dell'uguaglianza e di evitare le discriminazioni.

Scritta grazie alla collaborazione tra diversi gruppi a difesa dei diritti umani e appassionati di tecnologia durante il RightsCon, questo documento non ha alcuna valenza legale ma si pone lo stesso come una guida pratica ed esaustiva su come i governi e le compagnie tecnologiche dovrebbero affrontare le problematiche legate alle nuove intelligenze artificiali, al machine learning e all'uso degli algoritmi. Secondo gli attivisti, queste nuove tecnologie potrebbero non rispettare o addirittura violare alcuni diritti fondamentali dell'uomo, già stabiliti e protetti dalla legge.

Tra le richieste che emergono dalla Toronto Declaration spicca quella di maggior trasparenza sul funzionamento degli algoritmi, come dichiara Dinah PoKempner, consigliere generale di Human Rights Watch: "La trasparenza non si traduce solamente nel mettere a proprio agio gli utenti nei confronti dei propri prodotti o servizi; è necessario assicurarsi invece che le intelligenze artificiali non operino oltre i confini della dignità umana".

Nonostante questo documento non abbia alcun peso dal punto di vista legale, è già stato firmato ed approvato da Amnesty International, Access Now, Human Rights Watch e dalla Wikimedia Foundation.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
3
Nasce la Toronto Declaration, un documento per proteggere i diritti umani dalle IA