Nasce Uber per sole donne, una buona idea ma c'è un ma

INFORMAZIONI SCHEDA
di

Chariot For Women è un servizio di car sharing per sole donne, che per la prima volta farà la sua comparsa a Boston, a partire dal 19 aprile. Stranamente il fondatore della compagnia non è una donna ma Michael Pelletz, che utilizzando Uber ha avuto una brillante idea.

I clienti di sesso femminile, infatti, spesso non si trovano a proprio agio a stare con sconosciuti in una macchina noleggiata tramite Uber. Purtroppo, infatti, alcuni dati hanno riportato stupri ed assalti alle donne mentre usavano un servizio di car-sharing, più altre informazioni che mettono in mostra che il gentil sesso viene a volte trattato peggio. Pelletz ha fatto sapere che il suo servizio non avrà tutte queste problematiche e che quindi sarà sicuro, grazie a controlli mirati ed ad un'altra serie di misure. Egli ha anche affermato che devolverà il 2% degli incassi in beneficenza. Come abbiamo detto c'è un ma, ed è che una soluzione di questa tipologia è al limite del legale, in quanto potrebbe portare in superficie discussioni e liti sulla discriminazione dei sessi (anche secondo la legislazione vigente in loco), che non sarebbero apprezzate. Pelletz però ha così detto a TechCrunch: "Vogliamo solo dimostrare che, in tale settore, c'è disuguaglianza di trattamento quando si parla di sicurezza. Speriamo di andare alla Corte Suprema statunitense per dirle che se c'è la sicurezza di mezzo, allora non c'è niente di sbagliato di offrire un servizio alle sole donne". E voi, cosa ne pensate? E' giusto effettuare tale divisione?

FONTE: TechCrunch
Quanto è interessante?
0