di

Dopo aver lanciato, lo scorso anno Amazon Key, il colosso di Jeff Bezos guarda alla prossima grande sfida per le consegne. Direttamente dagli Stati Uniti infatti ci giunge la notizia relativa al lancio di un nuovo sistema di consegna pacchi battezzato Key In-Car.

Come suggerisce il nome, questo nuovo servizio (che al momento è riservato solo agli USA e ad un numero ristretto di abbonati Amazon Prime), permetterà di effettuare consegne direttamente nel bagagliaio delle vetture.

In questo modo i corrieri avranno di fatto l'accesso al veicolo di una persona solo allo scopo di lasciare all'interno il pacco da consegnare. Al posto che utilizzare lucchetti intelligenti, campanelle o fotocamere connesse al cloud, Amazon punta ad utilizzare alcune tecnologie sfruttate dai veicoli moderni, e non è un caso che il servizio sia stato lanciato in collaborazione con due importanti case automobilistiche, General Motors e Volvo, e solo in 37 città americane.

Negli ultimi mesi la compagnia di Jeff Bezos ha provveduto a testare il servizio in California e nello stato di Washington. Nel filmato pubblicato, che vi proponiamo come sempre in apertura, una mamma di famiglia sottolinea come sia particolarmente comodo ricevere i pannolini direttamente nel bagagliaio della macchina per evitare che suo figlio sia svegliato dal suono del campanello.

Il servizio sarà disponibile solo per gli abbonati Prime, ed è (almeno inizialmente) limitato a coloro che posseggono veicoli targati General Motors o Volvo, prodotti dal 2015 e con account OnStar e Volvo On Call. Nel corso dei prossimi mesi però Amazon estenderà il supporto ad altri marchi automobilistici.

Per i pacchi che superano determinate dimensioni, è richiesta la firma del destinatario, mentre se hanno un valore superiore ai 1.300 Dollari o provengono da un rivenditore di terze parti non sono idonei al servizio.

Per accedere al servizio di consegna, è necessario inserire l'automobile nell'applicazione Amazon Key ed inserire la descrizione del veicolo, per permettere ai corrieri di individuarlo facilmente. L'auto inoltre dovrà essere parcheggiata entro un certo raggio in un indirizzo specificato al momento dell'ordine. Sono idonei parcheggi, garage, parcheggi pubblici e parchi, purchè l'indirizzo sia specifico e non casuale.

Per trovare la vettura, i corrieri di Amazon avranno accesso alla posizione GPS ed il numero di targa, oltre che ad un'immagine della vettura. Una volta trovata, scansioneranno il pacco e chiederanno all'app di sbloccare la vettura, per depositare il pacco.

E' bene precisare che i corrieri non avranno alcun accesso particolare alla macchina, tanto meno avranno in dotazione alcuna chiave. Lo sblocco viene effettuato solo se la vettura è giusta, altrimenti non potrà essere portata a termine la consegna.

Interessante anche notare che attraverso questo sistema sarà possibile modificare in qualsiasi momento l'indirizzo di consegna. Qualora i corrieri non dovessero riuscire a rintracciare l'automobile, o a sbloccarla, si recheranno automaticamente all'indirizzo di backup.

Fondamentalmente si tratta di un sistema molto simile ad Amazon Key per casa, con la sola differenza che non c'è alcuna telecamera.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
5