Negli USA una startup riesce a stampare una casa da 200 metri quadri in 12 ore

di

La prossima frontiera della stampa in 3D proviene direttamente dagli Stati Uniti, dove una startup battezzata Icon sostiene di essere in grado di creare una casa da 200 metri quadrati, utilizzando una stampante tridimensionale, in 12-24 ore, un record che potrebbe dare una spinta importante al settore.

La prima casa assemblata utilizzando la tecnologia di Icon è stata svelata al SXSW di Austin, in Texas, nel corso di un panel a cui ha preso parte anche uno dei fondatori della compagnia, Jason Ballard, che testerà la struttura vivendoci.

La casa viene costruita utilizzando la stampante Vulcan 3-D dell'azienda, ed ha un costo di 10.000 Dollari. Tuttavia, la startup guarda già al futuro dell'edilizia ed ha già rivelato le proprie intenzioni di abbassarlo a soli 4.000 Dollari. Ovviamente però al momento si tratta solo di promesse, dal momento che per diversi anni molte aziende hanno cercato di creare case utilizzando stampanti in 3D: i primi esperimenti risalgono addirittura il 2012.

Gli ingegneri, però, si sono imbattuti in non pochi problemi, come guasti alle apparecchiature o problemi relativi all'asciugatura dei muri. Alcuni di questi sembrano essere stati superati, ma altri rimangono.

The Verge sostiene che Icon ha intenzione di progettare 100 case ad El Salvador nel 2019. Se dovesse riuscire a terminare i lavori in tempo e rientrando nel budget, potrebbe dimostrare che le case costruite utilizzando la stampante in 3D non sono più un miraggio.

Quanto è interessante?
6