Netflix perde terreno nel mercato dello streaming: pesa la concorrenza di Disney+

Netflix perde terreno nel mercato dello streaming: pesa la concorrenza di Disney+
di

Secondo un nuovo studio di Ampere Analysis ripreso da The Verge, l'inizio del 2021 di Netflix è stato caratterizzato da un calo della quota di mercato a livello globale, che è passata dal 29% del 2020 al 20% attuale.

Nonostante questo calo, però, Netflix continua ad essere il servizio di streaming più popolare degli Stati Uniti, con 74 milioni di abbonati, che diventano 203 milioni se si tiene conto di quelli attivi in tutto il mondo.

La seconda fetta più grande della torta è di Amazon Prime Video, che detiene una quota di mercato del 16% anche grazie all'integrazione del servizio Prime che è sottoscritto da milioni di utenti. Anche Prime Video però ha registrato un calo del 5%: ad inizio 2020 infatti la piattaforma di streaming del colosso dei motori di ricerca aveva una quota complessiva del 21% con oltre 50 milioni di abbonati, mentre ora è al 16%.

Terzo posto per Hulu, il servizio che però è disponibile solo negli Stati Uniti.

E' indubbio che sui cali di Netflix e Prime Video abbia influito il debutto di Disney+, che ha già raggiunto quota 100 milioni di abbonati (di cui 40 milioni negli USA) dopo soli 16 mesi di disponibilità, un numero che ha superato anche le più rosee aspettative della casa di Mickey Mouse.

Crescita lenta per Apple TV+ ed altri concorrenti come HBO Max e Paramount+.

FONTE: digittime
Quanto è interessante?
6