Netflix e la questione della condivisione degli account: il punto della situazione

Netflix e la questione della condivisione degli account: il punto della situazione
di

Dopo le prime avvisaglie di qualche mese fa, i principali siti d'informazione sono tornati a parlare di Netflix e del possibile stop del fenomeno della condivisione degli account. È giunto quindi il momento di fare un po' di chiarezza e vedere qual è la situazione attuale.

Partendo dall'inizio, lo scorso ottobre, durante una conferenza disponibile pubblicamente su YouTube in cui si annunciavano i risultati di Netflix relativi al terzo trimestre del 2019, Greg Peters, Chief Product Officer dell'azienda statunitense, ha parlato della volontà di mettere fine alla pratica della condivisione degli account. In particolare, Peters aveva accennato di star lavorando a dei metodi "amichevoli" per riuscire ad arginare il fenomeno e al contempo non rendere la vita troppo difficile agli utenti.

Subito dopo le parole del Chief Product Officer, online sono subito iniziati a circolare rumor riguardanti l'eventuale utilizzo della posizione per scoprire quali utenti sono appartenenti alla famiglia e quali no. Si tratta chiaramente di indiscrezioni e non c'è assolutamente nulla di confermato in tal senso, ma le persone che condividono l'account hanno iniziato a preoccuparsi già solamente sentendo citare questa possibilità.

Chiariamo quindi un aspetto importante: al momento l'azienda ha solamente parlato apertamente del problema in una riunione tra i dirigenti di spicco. Questo significa che molto probabilmente non è ancora stata presa una decisione definitiva in merito e che con ogni probabilità nemmeno il centro assistenza di Netflix ne sa qualcosa. Inutile quindi cercare di carpire informazioni con questo metodo o "stressare" gli operatori.

Quel che è certo è che per l'azienda di Reed Hastings la condivisione degli account inizia ad essere un problema non di poco conto. Infatti, la notizia odierna è che sono state pubblicate delle ricerche relative a quante persone sono coinvolte. Ebbene, stando anche a quanto riportato dal CORCOM, uno studio di Hub Entertainment Research afferma che sia il 31% degli abbonati a sfruttare la condivisione degli account.

Dunque, quanti soldi perde Netflix per via di questo fenomeno? Stando a un report di Park Associates, nel 2019 i servizi di streaming hanno perso 9 miliardi di dollari a causa della condivisione degli account. Secondo lo studio, entro il 2024 si dovrebbe arrivare a 12,5 miliardi di dollari. Insomma, stiamo parlando di numeri particolarmente importanti ed è quindi chiaro il motivo per cui l'azienda di Reed Hastings sta cercando una soluzione.

La situazione però è complicata. Infatti, come spiegato da Dan Rayburn, analista di Frost & Sullivan, Netflix rischierebbe un importante danno d'immagine se decidesse di bloccare la condivisione degli account. D'altronde, questi sono i rischi di aver sempre mantenuto un atteggiamento "amichevole" con l'utenza.

Cosa si inventeranno le alte cariche della società statunitense? Staremo a vedere: al momento l'unica cosa che possiamo fare è attendere ulteriori informazioni ufficiali.

FONTE: CORCOM
Quanto è interessante?
12
Netflix e la questione della condivisione degli account: il punto della situazione