Netflix "salva" i nostri bambini da 400 ore di pubblicità, lo studio

Netflix 'salva' i nostri bambini da 400 ore di pubblicità, lo studio
di

L'impatto avuto da Netflix nel mercato dell'intrattenimento è sotto gli occhi di tutti: la piattaforma di streaming ha cambiato il modo di fruire i contenuti e le serie tv in tutto il mondo, a discapito della tv tradizionale come quella via cavo che è stata relegata (soprattutto negli USA) ad un ruolo secondario.

Tra i vantaggi principali portate da queste piattaforme c'è sicuramente l'assenza di pubblicità rispetto alla TV normale. Uno studio si è focalizzato sull'impatto che ha questo aspetto sui bambini, che a quanto pare verrebbero tenuti al riparo da circa 400 ore di annunci pubblicitari all'anno.

La ricerca di mercato è stata pubblicata da Local Babysitter, che è riuscita ad ottenere questo numero confrontando il consumo di TV da parte dei bambini in diverse famiglie degli States. I ricercatori hanno combinato due serie di dati: il tempo medio trascorso dai bambini di fronte alla TV (che è di 1600 ore all'anno per i bambini dai 2 ai 5 anni e 1.450 per quelli tra 6 ed 11 anni) e l'esposizione media alle pubblicità in un'ora (15 minuti). In questo modo sono riusciti a calcolare che anno dopo anno, i bambini si sono risparmiati 400 ore di pubblicità, mentre quelli più grandi circa 360.

E' chiaro che si tratta di un dato non accurato al 100%, in quanto bisogna tenere conto anche di altre variabili, e la media di 15 minuti di pubblicità in un'ora è appunto un dato indicativo, ma che comunque ha portato alla luce un aspetto molto interessante e probabilmente trascurato da molti.

Netflix di recente ha pubblicato la classifica dei contenuti più visti in Uk.

Quanto è interessante?
6