Neuralink di Musk "battuta" da un'altra società: FDA approva sperimentazione su umani

Neuralink di Musk 'battuta' da un'altra società: FDA approva sperimentazione su umani
di

I progetti di Neuralink, società statunitense di neurotecnologie fondata da un gruppo di imprenditori, tra cui Elon Musk, sono sicuramente ambiziosi. Sono già stati condotti diversi test, sui maiali e le scimmie, ma non ancora sugli umani. Da questo punto di vista, un'altra società ha battuto sui tempi Neuralink: Synchron.

Synchron è, infatti, una società che ha permesso lo scorso anno a due persone paralizzate di controllare i computer con i propri pensieri e questa settimana, dunque, è stato annunciato che la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha approvato la loro richiesta di iniziare gli studi clinici.

"L'approvazione riflette anni di test di sicurezza eseguiti in collaborazione con la FDA", ha affermato il CEO di Synchron Thomas Oxley in un comunicato stampa. "Siamo entusiasti di lanciare finalmente una sperimentazione clinica negli Stati Uniti quest'anno". All'infuori di un ambiente clinico le sperimentazioni di impianti neuronali sono difficili da gestire.

Per impianti del genere, infatti, è necessario un intervento chirurgico al cervello, che è difficile, costoso e pericoloso. Tuttavia Stentrode, il dispositivo di punta di Synchron, evita questi problemi e può essere impiantato con una procedura minimamente invasiva di 2 ore. Il dispositivo, infatti, non viene impiantato direttamente nel cervello, ma attraverso i vasi sanguigni.

"Il nostro primo obiettivo è la corteccia motoria per il trattamento della paralisi, che rappresenta un grande bisogno insoddisfatto per milioni di persone in tutto il mondo e un'opportunità di mercato di 20 miliardi di dollari", spiega Oxley. A differenza di Neuralink, che sembra essere un dispositivo per tutti, Stentrode è pensato per agevolare la vita di coloro che hanno gravi paralisi.

In Australia, quattro pazienti hanno già ricevuto l'impianto. Due di questi sono stati in grado di utilizzare il dispositivo a casa e senza supervisione. Se la sperimentazione dovesse avere successo, potremmo vedere l'impianto in commercio in appena tre-cinque anni. Quindi non possiamo far altro che sperare per il meglio.

FONTE: iflscience
Quanto è interessante?
4