New York infligge il ban ad alcuni tipi di mining di criptovalute

New York infligge il ban ad alcuni tipi di mining di criptovalute
di

Non c'è solamente la crisi FTX a tenere banco nel mondo delle criptovalute. Infatti, una legge appena firmata, legata allo Stato di New York, porta con sé restrizioni non di poco conto sul mining.

Secondo quanto riportato da The New York Times, Gizmodo ed Engadget, New York è infatti il primo Stato degli USA a infliggere il ban per determinati tipi di mining di criptovalute. In parole povere, politici e ambientalisti vogliono limitare l'impatto di queste operazioni sull'ambiente, in quanto si fa riferimento a consumi energetici potenzialmente importanti.

Pensate che proprio a New York alcuni gruppi minerari hanno costruito centrali elettriche a gas naturale per sostenere operazioni di questo tipo. In ogni caso, tramite la succitata legge, è stato deciso di mettere in atto un congelamento di due anni sui nuovi permessi per le centrali elettriche a combustibili fossili utilizzate per il mining "proof-of-work".

Insomma, la legge firmata nella giornata del 22 novembre 2022 dalla governatrice dello Stato di New York Kathy Hochul va a mettere immediatamente "un freno" alle attività di mining "proof-of-work" ad alta intensità energetica che risultano alimentate da combustibili fossili. Nell'arco dei due anni indicati, non saranno nemmeno rinnovati i permessi esistenti. C'è inoltre la volontà di indagare sull'effettivo impatto ambientale del tutto, così da avere maggiori informazioni in merito in futuro.

Quanto è interessante?
1
New York infligge il ban ad alcuni tipi di mining di criptovalute