NFT, ancora problemi tra plagi e citazioni: i creatori di BAYC fanno causa a un artista

NFT, ancora problemi tra plagi e citazioni: i creatori di BAYC fanno causa a un artista
INFORMAZIONI SCHEDA
di

La fama di cui godono gli NFT della serie Bored Ape ha dei risvolti sia positivi che negativi. Mentre gli NFT Bored Ape sono protagonisti di una canzone di Eminem e Snoop Dogg, pare che i creatori delle iconiche "scimmie" del Web 3.0 abbiano fatto causa per plagio a un artista, accusato di aver "copiato" il design di BAYC.

Come potete leggere dai documenti della causa in corso, infatti, Yuga Labs, che detiene i diritti di immagine sugli NFT della serie Bored Ape Yacht Club, ha fatto causa al concept artist Ryder Ripps per aver danneggiato il brand di NFT BAYC tramite uno schema definito "calcolato, intenzionale e volontario" per la promozione delle sue copie dei token non-fungibili delle famose scimmie.

La causa arriva dopo mesi di tensioni tra Ripps e Yuga Labs, nate in seguito alla pubblicazione da parte dell'artista delle sue RR/BAYC, una serie di NFT del tutto identiche alle scimmie digitali di Yuga Labs ma connesse ad una blockchain diversa da quella di Ethereum, su cui risiedono invece le creature di Yuga.

La collezione di Ripps è stata un successo immediato, visto anche il basso prezzo di vendita dei token (almeno relativamente agli standard di Bored Ape), pari a circa 200 Dollari al pezzo. Secondo Yuga Labs, però, il successo della collezione dipenderebbe dai tentativi di Ripps di identificarla come parte del brand Bored Ape Yacht Club: "si tratta di un tentativo volontario di danneggiare Yuga Labs e i consumatori generando confusione sull'ufficialità degli NFT RR/BAYC, facendo credere che essi siano in qualche modo sponsorizzati, connessi o affiliati alla collezione ufficiale di Bored Ape Yacht Club", si legge nei documenti giudiziari.

La causa, come anche tutto il polverone nella comunità NFT che si è generato attorno ad essa, ha riportato al centro la questione del rapporto tra plagio e citazione nel mondo nonfungible, poiché lo stesso Ryder Ripps descrive il proprio lavoro come un "twist" sui plagi, volto ad "esplorare il potere degli NFT di cambiare significati, stabilire provenienze ed evadere censure". Lo stesso Ripps ha spiegato su Twitter che la causa "caratterizza in modo largamente scorretto il progetto RR/BAYC". A questo punto, dunque, la decisione sulla legittimità del progetto spetterà ad un giudice americano.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
1