Niente da fare: la prima pianta germogliata sulla Luna è già morta

Niente da fare: la prima pianta germogliata sulla Luna è già morta
di

Solamente 24 ore fa, riportavamo su queste pagine l'interessante notizia relativa al fatto che l'Agenzia Spaziale cinese era riuscita a far germogliare un seme di cotone sulla Luna. Ebbene, a quanto pare, la gloria della China National Space Administration è durata molto poco, in quanto la prima "pianta lunare" è già morta.

In particolare, stando anche a quanto riportato dal The Guardian, le particolarmente fredde temperature notturne della Luna (arrivate a circa -170 gradi centigradi) non hanno dato scampo alla pianta, che sfruttava la luce naturale del Sole attraverso un piccolo tubo che fuoriesce dal contenitore. Xie Gengxin, professore dell'Università di Chongqing, che ha guidato la fase di progettazione dell'esperimento, aveva previsto questa breve durata. "La vita nel contenitore non sopravvivrebbe alla notte lunare", aveva detto tempo fa Xie.

Nel frattempo, Margarita Levinsky, una biologa russa, ha spiegato ai microfoni di Sputnik la complessità di un esperimento del genere. "Per quanto riguarda il valore scientifico, iniziamo con il fatto che io, naturalmente, ammiro e sono contenta che un tale esperimento sia stato compiuto. Tecnicamente non è così semplice mandare una sonda e far germinare dei semi. Questo è di per sé piuttosto curioso". Successivamente, la biologa ha spiegato che i risultati di questo esperimento potranno essere di grande importanza per realizzare una serra sulla Luna, spiegando che "La presenza di una serra è importante sia per il cibo dell'equipaggio che per il suo supporto psicologico".

Insomma, si è trattato di un esperimento durato poco, che però potrebbe aiutare le future missioni di coltivazione sulla Luna. Nel frattempo, il lander Cheng'e 4, che ha portato i semi in orbita, continua la sua avventura e potrebbe riservarci altre sorprese.

Quanto è interessante?
10
Niente da fare: la prima pianta germogliata sulla Luna è già morta