di

In Arabia Saudita, c’è una delle mete più importanti per i pellegrini musulmani: la moschea Al-Masjid an-Nabawī a Medina. Normalmente, le visite dei fedeli si concentrano nei mesi autunnali e invernali; tuttavia, a causa dei cambiamenti climatici, le stagioni di viaggio si stanno assestando sui mesi estivi... E questo è un bel problema.

Sì, perché l’Arabia Saudita, in estate, è un vero e proprio forno all’aria aperta! Ecco perché il Saudi Binladin Group ha appaltato il progetto “Medina Haram Piazza” alla SL-Rasch GmbH di Leinfelden-Echter-dingen, una società con sede in Germania, per tappezzare la città di Medina di ombrelli giganti.

Il materiale utilizzato per le strutture è un tessuto PTFE, sviluppato da Sefar (in Svizzera), e ha le potenzialità di tener testa ai violenti raggi UV, oltre essere estremamente resistente all’azione del vento. Si è pensato di lasciare gli ombrelli di colore bianco ma ciò non è stato possibile, a causa dell’intensità della luce: le persone sarebbero potute rimanere abbagliate da questa. Perciò si è pensato di adottare un tessuto color sabbia. L’impatto visivo è straordinario, sembra una città di Star Wars!

Completato nel settembre 2010, nell'area circostante la moschea sono stati installati un totale di 250 ombrelloni, ciascuno con una superficie di 25,5 x 25,5 m (quando aperto) e 20 metri di altezza.

Quanto è interessante?
1