Non sapete se accettare o meno un lavoro? Questa azienda ve lo fa provare in VR

Non sapete se accettare o meno un lavoro? Questa azienda ve lo fa provare in VR
di

Il metaverso e la realtà virtuale avranno un forte impatto sul mondo del lavoro nei prossimi anni, stando alle previsioni di Bill Gates. Alcune aziende, però, potrebbero decidere di anticipare i tempi: è questo il caso della MGM Resorts, che permette ai futuri impiegati di provare il proprio lavoro in VR prima di accettare un impiego.

La MGM Resorts è una delle più grandi compagnie americane attive nel mondo dei resort per intrattenimento e turismo, specializzata in particolare nelle strutture ricettive dotate di casinò e di negozi di lusso. L'azienda, come moltissime altre in tutti gli Stati Uniti, ha risentito di un calo del personale dovuto alla pandemia da Coronavirus, poiché molti impiegati hanno preferito le dimissioni al rientro al lavoro in presenza.

Tuttavia, nel settore dell'hotellerie il lavoro da remoto è impossibile, dunque la compagnia ha dovuto ingegnarsi per attirare nuovi lavoratori presso le proprie strutture. Per permettere agli aspiranti lavoratori nella catena MGM di farsi un'idea delle proprie mansioni, l'azienda ha permesso loro di accedere a dei training virtuali in VR, fornendo degli headset della compagnia Strivr, pensati appositamente per questo scopo.

L'idea alla base di questo programma è quella di permettere ai candidati di fare esperienza fisica relativa alla propria futura mansione, facendo al contempo saggiare loro i problemi con cui dovranno lavorare nel corso del tempo. In questo modo, i candidati alle posizioni dell'azienda possono imparare le basi del lavoro nei resort MGM e seguire dei training specializzati, e al contempo farsi un'idea del lavoro prima di decidere se accettarlo o meno.

Secondo la direttrice delle risorse umane di MGM Laura Lee, "può essere molto difficile spiegare solo verbalmente una posizione lavorativa, e spesso nemmeno un video è sufficiente": per questo, la catena intende usare il VR ovunque possibile, a partire dai propri uffici fino alle convention e alle fiere dedicate al mondo del lavoro. Secondo Lee, "ogni candidato potrà mettere un visore e fare una vera esperienza del lavoro che lo aspetta".

Non tutti, comunque, sono così aperti all'utilizzo del VR e del Metaverso, specie in ambito lavorativo: al contrario, un ex-CEO di Google si è dimostrato preoccupato per gli effetti del Metaverso sul futuro della specie umana.

FONTE: Engadget
Quanto è interessante?
1