di

Moltissimi internauti conoscono la Wayback Machine di Internet Archive, fornita a utenti di tutto il mondo per visualizzare pagine web o interi siti in versioni passate, soprattutto indirizzi poi cancellati dal World Wide Web. Per festeggiare il 25° anniversario di Internet Archive, ora è disponibile anche Wayforward Machine per andare nel futuro.

Visitando il sito ufficiale della Wayforward Machine verremo accolti da una schermata relativamente diversa a quella della già nota Wayback Machine, dallo sfondo nero e verde (che ricorda banalmente la leggendaria saga di Matrix) dove sarà possibile inserire nel campo di testo apposito un indirizzo web a propria discrezione. Ovviamente, noi abbiamo voluto vedere come sarà Everyeye nel futuro, più nello specifico nel 2046, anno “scelto” di default dai creatori di questa “macchina del tempo”.

Ebbene, qualcuno potrebbe aspettarsi dei cambiamenti casuali all’interfaccia del sito come appare ora, ma in realtà avviene tutt’altro: qualsiasi portale si intenda visitare, il risultato è quello che vedete in calce all’articolo, ovvero l’apparizione di una serie di pop-up che mascherano e sfocano il contenuto esistente indicando la necessità di passare un paywall con pagamenti tramite carta di credito, o anche blocchi politici al sito e presenza di contenuti protetti da copyright e, dunque, non visualizzabili.

Come se non bastasse, dopo poco tempo in basso a destra apparirà un “messaggio criptato” che chiede ai “compagni” di unirsi contro la censura della rete, in onore dei tempi in cui “Internet era aperto, senza barriere e senza monitoraggio”. A questo punto, l’intento di Wayforward Machine diventa alquanto chiaro: si tratta di un portale nel futuro colmo di satira, sviluppato per far pensare a come la libertà di Internet ora sia minacciata su più fronti. Per preservare il World Wide Web, quindi, come da slogan della Wayforward Machine, bisogna invitare gli internauti a “trovare una strada migliore verso il futuro”.

Quanto è interessante?
1
Non solo Wayback Machine: ora si possono visitare siti web nel futuro