NSO Group, l'azienda che vende spyware, è stata derubata da un suo stesso dipendente

NSO Group, l'azienda che vende spyware, è stata derubata da un suo stesso dipendente
di

NSO Group è una società molto famosa in ambito informatico, soprattutto per quanto riguarda gli smartphone: i suoi prodotti consistono in alcuni spyware in grado di hackerare iPhone, device Android ed altri gingilli tecnologici; prodotti che spesso sono stati venduti a criminali. Ora invece è stata NSO ad essere derubata.

La notizia è stata riportata da un quotidiano di Israele, paese in cui NSO Group ha sede: uno dei dipendenti che lavorava per la società è riuscito a trafugare dai server Pegasus, uno spyware molto utilizzato dagli hacker, che ha poi tentato di vendere sul dark web per l'incredibile cifra di 50 milioni di dollari. Questo software è in grado di infettare la maggior parte degli smartphone oggi in commercio e di poter accedere quindi alle chiamate, agli SMS, alla fotocamera e ai dati di geolocalizzazione senza che l'utente se ne accorga.

Stando a quanto riportato da Haaretz, il senior programmer 38enne, sulla soglia del licenziamento, è riuscito ad estrapolare dalle banche dati della compagnia alcune corpose linee di codice top-secret, che se finissero nelle mani sbagliate potrebbero compromettere la sicurezza di interi paesi.

Dopo aver tentato di smerciare l'hard disk contenente Pegasus sul dark web, le cose si sono messe male per il ladro: uno dei potenziali acquirenti, allarmato dai pericoli derivanti dalla transazione, ha avvisato la NSO Group, preoccupato non solo per le sorti di Israele e della sicurezza informatica del paese, ma anche per il probabile collasso della compagnia derivante da un furto di queste proporzioni.

Nel frattempo, NSO Group continua a negare l'accaduto, ed afferma che nessun dato e nessuna stringa di codice è stata rubata, e che è tutto custodito nei server dell'azienda: la situazione sarebbe completamente sotto controllo.

FONTE: WCCFTech
Quanto è interessante?
3
NSO Group, l'azienda che vende spyware, è stata derubata da un suo stesso dipendente